0584 581849 - 335 58.83.108 - 348 30.27.273  |  FAQ  |  Contattaci  |  Chi Siamo

Login  |  Registrati  |  Ordini  |  Chi Siamo

  
  
  
  

Fabrizio Giorgi

Fabrizio Giorgi è nato a Livorno nel 1953, ed ha svolto nella sua città tutto il proprio percorso artistico. Tra il 1973 ed il 1983 ha partecipato a numerosi premi e concorsi, e, dal 1975 ad oggi, ha realizzato diverse mostre personali e collettive a Livorno, Genova, Pisa, Lucca, Firenze, Zurigo, Roma ed in Germania.
La sua attività si è dipanata attraverso varie e diverse fasi di lavoro, prima collegate con una descrittività mediata e personalizzata (opere che rappresentano aspetti della realtà, o soggetti particolari, o scenari naturali con l’utilizzo di materiali “fisici”, legni o metalli), poi liberate dall’ipoteca denotativa e rese disponibili ad una riflessione più raccolta sul mondo e sulla vita, infine giocate sulla sua capacità d’interpretare, più che descrivere, la realtà.
Di sue mostre personali di questo periodo si citano quella alla Galleria Elefante di Livorno (1981), quella di Arte Struktura (1996) e due mostre personali alla Galleria Giraldi (con questa ha per molti anni collaborato) del 1998 e del 2000. Nel 2000 è stato presentato dalla Galleria Giraldi all’Arte Fiera di Bologna e nel 2005 alla Fortezza Vecchia di Livorno.
Nel 2004 entra a far parte del gruppo “La Casa dell’Arte” di Rosignano Marittimo (Livorno) e svolge con esso un’intensa attività espositiva e promozionale. Sono di questo periodo la personale L’Anima della Pietra (2005) realizzata al Palazzo Marini di Rosignano Marittimo (a cura de “La Casa dell’Arte”) e alla Torre degli Upezzinghi, Calcinaia (Pisa), ed anche certe sue incursioni nel campo della performance, quali Ritratto (Casale Marittimo 2005), Danza di Primavera (Ravi, con Giovanna Marino, 2006), Jeux d’Enfants (Livorno, Rassegna “Vecchia Fortezza Effimera” 2006), L’Uomo e il Caos (Albissola Marina 2007).

Nel 2008 partecipa al Simposio Internazionale di Scultura di Calcinaia (Pisa) realizzando Sauri in Verticale, opera installata stabilmente in Piazza Indipendenza di Calcinaia. Ancora nel 2008 fornisce, con Giovanna Marino, la componente visiva dell’evento “Arte e Musica” realizzato dall’Istituto Musicale Mascagni di Livorno al Palazzo della Gherardesca.
Nel dicembre 2009 ha realizzato un’esposizione personale alla Torre degli Upezzinghi di Calcinaia, intitolata Struttura e Materia a cura di Bruno Sullo; con un’opera della stessa serie ha partecipato nel gennaio-aprile 2010 al progetto Incontemporanea, a cura di Francesco Bozolo (Cecina, Livorno, parco della Villa Guerrazzi, località “La Cinquantina”).
Nel 2010 è tra gli artisti che hanno realizzato a Livorno (Piazza Mazzini e Parco Pertini) il progetto Arte a Perdere, arte nei luoghi dei cittadini curato da Bruno Sullo per conto de La Casa dell’Arte di Rosignano Marittimo e con la compartecipazione del Comune di Livorno. È inoltre tra i protagonisti della mostra d’arte contemporanea Oltre la Pittura, realizzata ai Bottini dell’Olio, Livorno, e curata da Bruno Sullo (2011). Partecipa alla 54°Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Iniziativa speciale per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia , Sede espositiva Massarorsa, La Brilla di Quiesa (coordinata con i percorsi dell’Oasi Lipu di Massaciuccoli di Villa Ginori) (2011). Aderisce alla rassegna L’Accademia Livorno e il Mare sedi espositive Galleria Athena e Galleria Le Stanze di Livorno (2011). Nel 2012 entra a fare parte del “Gruppo Labronico” di livorno.

Hanno scritto: Giulio Guiggi, Giancarlo Cocchia, Osvaldo Peruzzi, Brunello Mannini, Giacomo de Vincenzo, Giorgio Mandalis, Giuseppe Amedei, Manola Bussaglia, Bruno Sullo, Lodovico Gierut, Maria Alessandra Ferrari, Francesco Mutti, Michele Pierleoni.

  
  



  

Newsletter

 
Vorresti ricevere le notifiche con sconti, offerte speciali o nuovi prodotti?