0584 581849 - 335 58.83.108 - 348 30.27.273  |  FAQ  |  Contattaci  |  Chi Siamo

Login  |  Registrati  |  Ordini  |  Chi Siamo

  
  
  
  

Chi Siamo

Galleria d'arte on line con sede espositiva nel cuore di Viareggio diretta da Paola De Benedictis e Monica Quirici.
L'attenzione è rivolta a nuove proposte e nel contempo ad artisti storici.
L'ambiente liberty accoglie il visitatore in un'atmosfera di apertura e conoscenza.
Tratto distintivo è la ricerca del piacere dato dalla visione del bello al di la' delle correnti e delle mode.

 

 

“Noi siamo così: grandi risate e condivisione.

Ci siamo conosciute circa 17 anni fa. Lavoravo con Marco Rossi presso Spirale Arte e cercavamo un responsabile commerciale. Si è presentata Monica Quirici e mi è piaciuta subito: era una giovane donna che si voleva mettere in gioco in una realtà per lei nuova, ma che sentiva propria; inoltre Monica era mamma di una bambina che presto sarebbe andata all’asilo, lasciandole lo spazio necessario per lavorare”

È questo il punto della storia di Paola De Benedictis che mi fa trasalire.
Assumere la mamma di un bimbo ancora piccolo significa catapultarsi consapevolmente in un tunnel di malattie esantematiche, febbri da scuola materna, giornate di inserimento, recite scolastiche, varie ed eventuali.
Ma Paola ha ritenuto che tutto questo fosse ininfluente rispetto al valore che Monica poteva portare nel lavoro.

Paola, perché?

“Figli , famiglia , educazione, valori sono per noi valori condivisi. Erano anche i nostri argomenti preferiti mentre viaggiavamo insieme durante la fase di affiancamento (che poi si è prolungata, perché insieme ci divertivamo e ci capivamo)

Ma ti dirò di più: mi sento in qualche modo responsabile e partecipe della nascita del secondo figlio di Monica, Francesco, che lei desiderava tanto. Monica rimandava, spaventata dagli impegni della maternità e del lavoro, io però nel frattempo avevo avuto la mia seconda bambina e sapevo che, per quanto faticoso e folle, nessuna opera d’arte sarebbe riuscita meglio”

 

Siete riuscite a conciliare maternità e lavoro?

“Certamente. Abbiamo continuato a lavorare anche cambiando in macchina i pannolini di Francesco: io aspettavo Monica in auto col bambino e lei andava a trovare un cliente.
Poi, dieci anni fa, decisi di lasciare quella società. Volevo veder crescere ora dopo ora le mie figlie, e avvertivo forte la voglia di cambiamento. Monica fece lo stesso e per un periodo ci siamo perse di vista, ma non del tutto.

Eravamo passate dal vederci quotidianamente al sentirci di tanto in tanto. Ma si sa come funzionano queste cose: trenta minuti al telefono erano sufficienti per aggiornarci su tutto, anche dopo un silenzio di mesi.

Intanto i figli crescono e diventano adolescenti, io prendo una seconda laurea, insegno privatamente – e Monica fa altrettanto – e si arriva al momento in cui la nostra vita personale e professionale, con le sue gioie e i suoi dolori, ci porta a prendere una decisione: tornare a lavorare assieme.
Così nel gennaio 2015 nel giro di pochi giorni abbiamo dato vita a Ismi Arte Contemporanea: una galleria d’arte online e uno spazio espositivo nel cuore di Viareggio per incontrarci , condividere e divertirci ancora”

Ismi, nome curioso. Me lo spieghi?

Ismi Arte Contemporanea è una galleria oltre le mode: c’è la linea del nostro gusto – dalla nuova figurazione all’astratto – e la linea del moderno collezionismo dei grandi maestri.

La prima, quella che rappresenta il nostro personale gusto, avrà un background di rilievo. Non ospiterà artisti emergenti ma maturi, per fare dei nomi: inaugureremo con Mauro Lovi e in seguito lavoreremo con Paola Restivo e Luca Zampetti per la nuova figurazione, Alessandra Tombesi per l’illustrazione, Alberto Saka per l’astratto.

Ma avremo anche una sezione dedicata all’artista storico nella quale confluiranno i vari “ismi” da Tadini a Nigro, da Viani a Maccari

Avremmo anche la sezione grafica, alla quale è giusto avvicinarsi non soltanto per l’accessibilità economica ma per approfondire una tecnica di grande fascino.

Nell’elaborazione del nostro progetto abbiamo ripreso il tema centrale della Biennale di Venezia del 2007, che ben rappresenta la distinzione delle nostre due sezioni:

“Pensare con i sensi, sentire con la mente”

Ma il senso filosofico si racchiude appunto negli “Ismi”: cercare il proprio senso del bello attraverso un viaggio di eccessi e strade possibili

E se per caso qualcuno volesse partecipare all’inaugurazione?

“Lo aspettiamo il 16 maggio alle 18,00 in Piazza D’Azeglio 22, a Viareggio, con la mostra di Mauro Lovi”

  
  



  

Newsletter

 
Vorresti ricevere le notifiche con sconti, offerte speciali o nuovi prodotti?